Il fatto che le famiglie ospitanti siano tutte volontarie conferma la loro gentilezza e dedizione nel costruire quotidianamente un buon rapporto con lo studente.
I partecipanti possono essere obiettivamente rassicurati sul fatto che in nessun caso esiste un calcolo finanziario o un vantaggio per la famiglia ospitante.
Le famiglie sono sincere e devote, entusiaste di conoscere i partecipanti e insegnare loro degli Stati Uniti, della cultura e la lingua.

Perché le famiglie scelgono di ospitare uno studente internazionale volontariamente?

1. È una tradizione!

In termini di programmi linguistici e scambio di studenti, la tradizione americana è più rivolta al volontariato (che non è il caso, ad esempio, in Inghilterra).

2. Lo scambio è prezioso!

I padroni di casa americani sono felici e onorati di avere un ospite “straniero”, di aprire la loro casa, di condividere la loro famiglia, il loro ambiente, il loro paese e la loro cultura. Sono felici di condividere la loro vita quotidiana, i loro pasti, il loro cibo, le loro abitudini e i loro costumi. Questo è vero in così tante situazioni, anche cose semplici: da un pasto base a una festa di compleanno, da un giro in bicicletta a un’escursione più eccezionale (una sfilata del 4 luglio ad esempio).

3. Accogliere gli altri porta il mondo a loro!

Ospitando un adolescente straniero, la famiglia apre il suo mondo; sono orgogliosi di creare una connessione all’estero con uno studente europeo.

4. È un impegno reciproco!

Le famiglie ospitanti si aspettano qualcosa in cambio di ciò che offrono: è l’impegno del ragazzo a partecipare alle attività, essere interessato alla loro cultura e al loro “mondo”, impegnarsi e mostrare entusiasmo. È comune per il partecipante e la sua famiglia ospitante costruire un vero legame di amicizia. È importante che tutti i partecipanti facciano un vero sforzo per parlare ed essere parte della famiglia. È importante che i partecipanti non rimangono tutto il tempo nella loro stanza o sul loro telefono.

LA SELEZIONE DELLE FAMIGLIE

La sélection des familles d'accueil

La famiglia di Hugo è stata estremamente gentile. Erano attenti, presenti, sempre preoccupati per il morale di nostro figlio. Hanno fatto molte cose, ma è soprattutto la vita quotidiana che Hugo ha apprezzato. Mamma de Hugo | «Homestay & Excursions»

OUI-CONNECT seleziona le famiglie ospitanti utilizzando alcuni criteri di base:

  • motivazione perché è spesso sinonimo di apertura mentale, gentilezza e calore, e perché incoraggia la pazienza e la disponibilità.
  • responsabilità: OUI-CONNECT verifica che la casa soddisfi determinati criteri, ad esempio la casa sia sicura e igienica (vedere il “Contratto” allegato al file di registrazione).
Antoine è tornato felice da questo breve soggiorno: dice che, come famiglia, ha partecipato a tutto, ha parlato di tutto, assaggiato tutto. Era una vita normale ma tutto è andato molto veloce e tutto era nuovo. Quando è tornato a casa abbiamo trovato un figlio felice. I genitori di Antoine | «A la carte»

OUI-CONNECT visita tutte le famiglie ospitanti e parla con i genitori e la maggior parte dei bambini. Lo scopo è confermare che la famiglia sia adatta a ospitare, che soddisfi i criteri essenziali e che catturi lo spirito del programma. La visita e l’incontro non possono garantire un soggiorno senza problemi, ma rassicurano che molto probabilmente gli studenti saranno in ottime condizioni.

Non esiste un profilo familiare standard o “modello”. Ogni famiglia, come ogni giovane, è unica e speciale. Se, piuttosto raro, non ci sono bambini all’interno della struttura familiare, OUI-CONNECT farà del proprio meglio per garantire che il giovane partecipante straniero possa incontrare altri adolescenti durante il soggiorno (vicini, gruppi di giovani, amici di famiglia).

Nessun altro studente che vive nella famiglia ospitante parlerà la stessa lingua naturale del partecipante, tranne nel raro caso di collocazione di emergenza, e solo per un breve periodo. È possibile l’interazione con un altro studente(francese, italiano, danese, spagnolo …) quindi anche in questa situazione la comunicazione deve avvenire solo in inglese.

 

L’ABBINAMENTO DELLA FAMIGLIA / PARTECIPANTE

Le "Match" famille/participant

 Abbiamo avuto una Bellissima esperienza, se abbiamo qualcosa da dire alle future famiglie ospitanti è quella di pianificare prima ma di essere anche flessibili. Contattare lo studente prima che arrivi. Abbiamo imparato molto da lui e condiviso i nostri posti preferiti e cose. Nostro figlio è rimasto molto contento nell’avere un nuovo amico internazionale. Siamo rimasti molto contenti nel conoscere il nostro studente Francese. Non vediamo l’ora di ospitare di nuovo in futuro! OUI-CONNECT è stata perfetta. Grazie per l’opportunità. . Famiglia Ospitante in California (Translated from English).

La famiglia ospitante e OUI-CONNECT si riuniscono per decidere quale studente la famiglia accoglierà. La decisione finale viene presa cercando di ottenere le migliori “combinazioni” possibili.

In questo tipo di soggiorno, è possibile che la “combinazione” non funzioni molto bene, che si incontrino piccoli problemi di relazione; che può causare indifferenza, tensione, distanza e persino gelosia. Succede anche che il giovane partecipante abbia nostalgia di casa e che abbia difficoltà ad adattarsi (shock culturale, ecc.).

Spesso sono necessarie semplici comunicazioni, spiegazioni e modifiche minime (a volte devono essere apportate modifiche più sostanziali) L’organizzazione è lì per ascoltare, mediare e comunicare con tutti i soggetti coinvolti e prendere le decisioni necessarie.

In questi casi, OUI-CONNECT – che è presente sul posto e che è in diretto contatto con famiglie e giovani – può agire direttamente.

 

CONTATTACI

 

Retour en haut